A Modena nel weekend il festival diffuso della “Terra dei Motori” dell’Emilia Romagna tra storia, innovazione e futuro

Modena, 22 maggio 2019 – Sono stati oltre 70.000 i visitatori della prima edizione del Motor Valley Fest, il festival diffuso della “Terra dei Motori” dell’Emilia Romagna che si è aperto giovedì 16 maggio con la firma del protocollo d’intenti tra Regione, Comune e Camera di Commercio di Modena per riproporre la manifestazione “con periodicità annuale e per sviluppare le ulteriori potenzialità di valorizzazione e promozione del territorio”.

Significativo il risultato turistico in termini di pernottamenti a Modena in occasione del Motor Valley Fest, con una percentuale di occupazione camere del 95% del totale sui 24.000 posti letto disponibili, tra strutture alberghiere ed extra alberghiere.

Motor Valley Fest è stato realizzato da Regione Emilia Romagna – APT Servizi, Comune di Modena, Bologna Fiere con Motor1 e Motorsport Network, Meneghini & Associati, Associazione Motor Valley Development, Vision UP e ACI Modena, con il contributo di Camera di Commercio di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Bper Banca e finanziato nell’ambito dei Fondi Europei 2014-2020 della Regione Emilia Romagna – Por Fesr.

16 – 19 Maggio 2019

“Motor Valley Fest” nella terra dei motori – il grande evento in Emilia Romagna

Si è conclusa Domenica 19 maggio la prima edizione del Motor Valley Fest. Nonostante il maltempo tante erano le persone e i turisti che hanno visitato Modena.

Per la prima volta, la Motor Valley si è raccontata per le vie del centro di Modena e all’Autodromo di Marzaglia.

Vision up ha partecipato attivamente alla realizzazione di questa prima grande manifestazione motoristica con diversi eventi.

Grande successo hanno riscontrato le mostre al polo culturale Sant’Agostino con “La Strada degli Artigiani”. 

All’interno della Chiesa di San Nicolò l’esposizione iXOOST di esclusivi dock station che rendono omaggio alla lavorazione artigianale di Modena. Il cortile interno ha ospitato moto d’epoca realizzate a Modena, tra le quali le moto Villa e le moto costruite a Modena dal dopoguerra agli anni ’80, mentre nella Farmacia Storica una bella mostra di modellini artigianali unici di auto e moto Ducati realizzati da alcuni dei più noti modellisti nazionali. Si è potuto inoltre ammirare lo splendido lavoro manuale del battilastra ad opera della storica azienda Bacchelli e Villa. Si sono registrati oltre 9.000 visitatori.

In piazza XX Settembre protagonisti la Stanguellini Formula Junior 1100 e il manichino della Barchetta 1100, mentre davanti al Pala Molza una pista di Kart elettrici ha fatto divertire grandi e soprattutto bambini.

Per gli amanti delle due ruote (1.500 visitatori), il Chiostro di Santa Chiara si è trasformato nel Villaggio Vespa per festeggiare i 70 anni dalla nascita del Vespa Club Modena, mentre il Parco Ferrari ha ospitato espositori come KTM, Ducati, Harley Davidson e tanti altri.

E ancora…le emozioni virtuali con i Simulatori del Motor Sim Show in Piazza Sant’Agostino, piloti famosi come Luca Cadalora, Claudio Lusuardi, Sergio Campana, Andrea Bertolini, Andrea Dalmazzini, Gian Maria Regazzoni, Pierluigi Veronesi Team Lamborghini, Matteo Massimiliano Bobbi e Nicola Villani si sono sfidati in un vero e proprio torneo virtuale. Oltre 1750 sessioni registrate e 13.500 visitatori.

Scenografica ed emozionante infine, la parata finale che ha attraversato il cuore di Modena con decine di auto storiche dal Novi Sad verso via Emilia centro dopo la grande esposizione dei club modenesi che hanno partecipato con passione ed entusiasmo, impressionando un pubblico di 3.500 persone.